Chiudi
Cerca

Gruppo FRL

Gruppo FRL a 1/4"
Gruppo FRL a 1/4"
Gruppo FRL a 1/4" Il filtro trattiene l'umidità e l'impurità dell'aria con il riduttore che regola la pressione ed il lubrificatore che è dispensatore di lubrificante nebulizzato.
Cod.: 16110
Disponibilità: 2 disponibile
Gruppo FRL a 1/2"
Gruppo FRL a 1/2"
Gruppo FRL a 1/2" Il filtro trattiene l'umidità e l'impurità dell'aria con il riduttore che regola la pressione ed il lubrificatore che è dispensatore di lubrificante nebulizzato.
Cod.: 16112
Disponibilità: 1 disponibile
Gruppo FRL a 3/4"
Gruppo FRL a 3/4"
Gruppo FRL a 3/4" Il filtro trattiene l'umidità e l'impurità dell'aria con il riduttore che regola la pressione ed il lubrificatore che è dispensatore di lubrificante nebulizzato.
Cod.: 16113
Disponibilità: Disponibile
Gruppo FRL a 3/8"
Gruppo FRL a 3/8"
Gruppo FRL a 3/8" Il filtro trattiene l'umidità e l'impurità dell'aria con il riduttore che regola la pressione ed il lubrificatore che è dispensatore di lubrificante nebulizzato.
Cod.: 16111
Disponibilità: Disponibile

Gruppo FRL

I gruppi  trattamento aria, chiamati comunemente FRL (F/filtro - R/regolatore - L/lubrificatore) sono l’elemento necessario in qualsiasi applicazione pneumatica per poter “condizionare” l’aria compressa che è tra le principale energia di cui si avvale l’automazione. I gruppi FRL, realizzati in tecnopolimero e con filettature in metallo, sono disponibili in una serie con alti standard qualitativi e coprono in maniera esauriente tutte le applicazioni anche le più esigenti. Disponibili dall’ 1/4” al 3/4” hanno portate molto elevate e sono altamente affidabili e corredati da tutte le gamme di accessori necessari. L'aria in uscita da un compressore presenta delle impurità e necessità di una pressione inferiore rispetto a quella richiesta, è pertanto necessario l’installazione di un gruppo FRL per raggiungere i requisiti richiesti per l'utilizzo delle apparecchiature pneumatiche.

La funzione principale del gruppo frl è quella filtrante per eliminare le particelle che vengono espulse dal compressore, come ad esempio la ruggine che si forma all’interno del compressore e che al passaggio dell'aria si distacca sotto forma di piccoli elementi, l'aria che esce dal compressore deve essere inoltre filtrata perché altrimenti il circuito sarebbe saturo di micro particelle d'acqua e l'aria non sarebbe pura con conseguente danneggiamento degli utensili pneumatici