Chiudi
Cerca

Rivetti a strappo in acciaio

Immagine di Rivetto a strappo in acciaio
Rivetto a strappo in acciaio
Rivetto a strappo testa cilindrica in Accaio 4,8X12
Cod.: 217148.12
Disponibilità: 150 disponibile
Immagine di Rivetto a strappo in acciaio
Rivetto a strappo in acciaio
Rivetto a strappo testa cilindrica in Accaio 4,8X16
Cod.: 217148.16
Disponibilità: 200 disponibile
Immagine di Rivetto a strappo in acciaio
Rivetto a strappo in acciaio
Rivetto a strappo testa cilindrica in Accaio 5,8X12
Cod.: 217158.12
Disponibilità: Disponibile
Immagine di Rivetto a strappo in acciaio
Rivetto a strappo in acciaio
Rivetto a strappo testa cilindrica in Accaio 5,8X18
Cod.: 217158.18
Disponibilità: 350 disponibile
Immagine di Rivetto a strappo in acciaio
Rivetto a strappo in acciaio
Rivetto a strappo testa cilindrica in Accaio 6,4X22
Cod.: 217164.22
Disponibilità: 750 disponibile
Immagine di Rivetto a strappo in acciaio
Rivetto a strappo in acciaio
Rivetto a strappo testa cilindrica in Accaio 6,4X26
Cod.: 217164.26
Disponibilità: 550 disponibile
Immagine di Rivetto a strappo in acciaio
Rivetto a strappo in acciaio
Rivetto a strappo testa cilindrica in AlluminioTESTA LARGA T16 4,8X18
Cod.: 217448.18
Disponibilità: Disponibile

Rivetti a strappo in acciaio

Il rivetto a strappo è un sistema di fissaggio meccanico che fa da giunzione tra due superfici. Viene utilizzato dove non è possibile realizzare saldature, come per esempio tra due lamiere, ma non necessariamente metalliche. È la soluzione ideale nelle applicazioni accessibili solo da un lato. I rivetti sono formati da due componenti: la boccola, cioè la testa del rivetto, ed il chiodo, la parte più lunga che sporge dalla boccola, tramite la rivettatrice, la boccola viene inserita all’interno del foro sulle due lamiere, e il chiodo viene tirato fino a deformare la boccola in modo che fissi assieme le due superfici. Nel contempo una forza di rottura viene applicata al chiodo che viene poi strappato ed eliminato dall’applicazione, da cui il nome di “rivetto a strappo”.

Una volta installati, i rivetti non sono più disinseribili

COME SCEGLIERE I RIVETTI:

  • Diametro del foro: serve per sapere che diametro deve avere la boccola
  • Spessore serrabile (o “grip”): sapere qual è lo spessore del materiale che il rivetto deve fissare permette di stabilire la lunghezza della boccola
  • Materiali da fissare: a seconda del materiale di cui sono fatte le due superfici, può essere indicato usare una lega metallica piuttosto di un’altra, o ad esempio una testa boccola più larga  
  • Resistenza a taglio e trazione: nel caso di applicazioni particolari, può essere fondamentale conoscere a che sollecitazioni è sottoposto il rivetto una volta installato, e le caratteristiche di resistenza meccanica necessarie